Home

Un pubblico eterogeneo per età ed estrazione culturale, è quello che ha partecipato alla matinèe di chitarra di Zsòfia Boros del 26 agosto, presso Casa Madernini, un edificio storico di Villa Lagarina, protetto dall’Associazione Dimore storiche italiane e aperto al pubblico dalla contessa Marzani.

Lo scenario che ha accolto l’artista ungherese nel palazzo, è quello intimo e suggestivo di un salone con il caminetto, con varie file di sedie disposte a semicerchio poste intorno a quella riservata all’artista.

Zsòfia ha saputo giocare su piacevoli contrasti stilistici, tessendo un programma che ha alternato brani di carattere ritmico- percussivo in cui ha sfoggiato un’ottima tecnica, ad altri più espressivi e melodici in cui ha esibito un suono pregevole attingendo ad una ricca tavolozza di colori.

Il drammatico tango La muérte del Angel di Piazzolla, eseguito con rasgueàdos ed effetti percussivi, ad esempio, ha trovato antitesi e completamento nel cantabilissimo Se ela preguntar di Reis che ha emozionato il pubblico con la sua melodia struggente.

In maniera analoga, Zsòfia, dopo aver eseguito Callejòn de la luna, con il pathos, il timbro pungente e la ritmica del flamenco, ha ricreato un clima di leggerezza con Green and Gold, un brano delicato e solare.

Affascinante e di complessa esecuzione si è rivelato Cielo Abièrto di Sinesi, un candombe (ritmo derivato dalla danza omonima, portata in Uruguay ed in Argentina nel Settecento, dagli schiavi di origine Bantù) che esalta le peculiarità della chitarra, costruendo su corde vuote, armonici e percussioni, efficaci ostinati melodici ed arpeggi eseguiti con figure ritmiche irregolari.

Elena Nardo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...